Malattie del Sistema Nervoso


Le Malattie del Sistema Nervoso di Giorgio Macchi ritorna a distanza di anni dalla sua prima edizione in una rinnovata e aggiornata rivisitazione e sotto forma di trattato. Non deve meravigliare che sia trascorso un così lungo intervallo di tempo dall’iniziale pubblicazione del testo alla sua odierna riproposizione. L’impostazione generale del testo possedeva infatti dal suo esordio un taglio talmente originale da renderlo straordinariamente longevo e sostanzialmente attuale fino ai giorni nostri. Lo stesso Professor Macchi era solito affermare che tale originalità risiedeva soprattutto nell’intreccio stretto e inscindibile tra Neurologia clinica e Neuroscienze di base. Di certo non solo il suo libro, ma anche la sua intera attività di Maestro, Scienziato e Clinico sono state improntate a questo stretto legame. È stato proprio su queste basi che si è deciso di intraprendere, d’accordo con l’editore Dottor Massimo Piccin, la stesura della seconda edizione.
Le Neuroscienze di base hanno visto in quest’ultimo ventennio uno sviluppo che sarebbe stato impossibile anche solo immaginare all’inizio degli anni ’80. Non soltanto le singole discipline (Neuroanatomia, Neurofisiologia, Neurochimica, Neurofarmacologia, Neurogenetica, Neuroimmunologia) hanno conosciuto sostanziali progressi nelle loro tecniche di indagine e hanno consentito di ottenere essenziali e a volte inaspettate informazioni sul sistema nervoso, ma anche, fatto forse più importante, i ricercatori hanno compreso che l’interazione tra differenti branche delle Neuroscienze di base e la Neurologia clinica è assolutamente necessaria e, finalmente, possibile ed efficace. D’altro canto anche l’impatto sociale delle Neuroscienze è enormemente cresciuto in questi ultimi anni. La “Society for Neuroscience” oggi conta, solo negli USA, circa 30.000 iscritti e rappresenta non soltanto un’associazione scientifica, ma anche un movimento di opinione in grado di influenzare decisioni del Congresso degli Stati Uniti. Partecipando alla vita scientifica internazionale si ha chiara la nozione che il neurologo clinico e il neuroscienziato di base siano sempre più vicini, e per chi ha conosciuto Giorgio Macchi è inevitabile considerare come queste due figure convivessero nella sua stessa persona già da diversi anni. Questa seconda edizione è nata dunque, per volontà di Giorgio Macchi, proprio a sottolineare i formidabili progressi della Neurologia clinica alla luce delle più recenti acquisizioni delle discipline Neuroscientifiche di base. Proprio per tale ragione i capitoli introduttivi (Neuromorfologia, Neurofisiologia e Neurochimica) sono stati estesi e riscritti. La Neuroradiologia, che negli anni trascorsi dalla prima edizione è stata rivoluzionata dall’introduzione dell’“imaging” basato sulla risonanza magnetica, è stata suddivisa in una sezione generale, sull’uso delle tecniche di indagine radiologica in Neurologia, e in un capitolo speciale, che riguarda la diagnostica neuroradiologica per ognuna delle principali patologie neurologiche. Quest’ultima parte è stata corredata da una ricca galleria di immagini TC e RM. Sono stati trattati argomenti emergenti relativi alla crescente importanza di nuove e complesse condizioni patologiche: è il caso, ad esempio, delle sezioni sulle manifestazioni neurologiche dell’AIDS. Come guida al medico clinico, per operare in una realtà socio-sanitaria in continua mutazione, si è ritenuto opportuno inserire un capitolo riguardante la Neuroepidemiologia, curato dal compianto Professor Luigi Amaducci. Poiché la Psichiatria deve oggi essere considerata largamente autonoma rispetto alla Neurologia, abbiamo ritenuto fosse riduttivo, e in qualche modo forse anacronistico, mantenere il capitolo sulla semeiologia psichiatrica, preferendo rimandare il lettore ai testi specifici. Molti capitoli sono corredati da una lista di letture consigliate, che se non deve essere considerata esauriente, costituisce sicuramente un’utile guida per ulteriori approfondimenti. Il testo ha mantenuto e forse accentuato il suo carattere multiautore. Riteniamo che ciò non abbia influito sull’unitarietà dell’opera, poiché si è fatto il maggior sforzo possibile per coordinare i singoli contributi sotto il profilo dei contenuti e della terminologia. D’altra parte, siamo persuasi che la scelta di affidare alcuni argomenti ad Esperti che rappresentano “opinion leaders” nei rispettivi settori contribuisca concretamente a mantenere alto il profilo qualitativo dell’opera. Anche per questa ragione l’opera continua ad essere rivolta soprattutto allo studente del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia, allo specialista e allo specializzando nelle discipline neurologiche, neurochirurgiche e riabilitative. Riteniamo altresì che se ne possa avvalere anche lo specialista in discipline internistiche che desideri uno strumento di consultazione completo e aggiornato.
Come curatori dell’opera siamo molto grati al Dottor Piccin per il costante incoraggiamento nelle varie fasi del lavoro editoriale. La Dr.sa Donatella Carretta ci ha affiancato in modo impeccabile nel non facile compito di armonizzare i differenti contributi. Buona parte del lavoro iniziale di segreteria è stato svolto con dedizione da Maria Bonfante e Simona Valeri; desideriamo inoltre ringraziare Alessandro Sbriccoli per l’insostituibile consulenza tecnica ed il Dr. Duccio Vanni per la sua valida collaborazione. Si ringraziano inoltre, per la lettura critica ed i preziosi suggerimenti, il Prof. Carmelo Anile, il Dr. Riccardo Carrai, la Dr. Chiara Cesaretti, la Dr. Selvaggia Fossi, il Dr. Antonello Grippo, il Prof. Mario Meglio, il Prof. Gioacchino Mennuni, il Dr. Davide Quaranta ed il Prof. Ciriaco Scoppetta. Abbiamo infine un sicuro debito di riconoscenza verso Cosetta e Beatrice Macchi, che hanno affettuosamente sostenuto in ogni momento, anche in quelli più difficili, la nostra iniziativa. I contributi di Luigi Amaducci, Oscar Ronchi e Gian Franco Marchesi sono stati fondamentali ed aumentano il nostro rimpianto per la loro scomparsa.
L’uscita di quest’opera rappresenta, per noi curatori, un tributo a colui che è stato per lunghi anni insostituibile Maestro, non solo scientifico. In questo momento il nostro pensiero commosso è per Giorgio Macchi, nella speranza che la seconda edizione del suo testo di Neurologia vada a colmare, almeno parzialmente, l’immenso vuoto che la sua scomparsa ha lasciato nel nostro gruppo, nella Neurologia italiana e nella comunità scientifica internazionale.

Firenze, Roma, luglio 2005
Diego Minciacchi, Guido Gainotti

Dettagli Articolo

Tipologia: Libro
Autore: Minciacchi, Gainotti, Macchi
Pubblicato: Volume di 1206 pagine riccamente illustrato a colori
2006
Casa Editrice: Piccin
ISBN: 88-299-1739-7

Prezzo: € 160.00

Prezzo Scontato: € 144.00

Loading Aggiornamento carrello...